scritto da on wall

Nella mattinata di sabato 16 Gennaio 2016, come previsto dal Piano di Protezione Civile comunale approvato lo scorso dicembre, si è insediato il Presidio operativo Comunale, primo livello di approccio alla gestione degli effetti al suolo del rischio neve/Ghiaccio giusta nota Protezione Civile Regione Campania. (Prot. 2016. 0025557, 14/01/2016 ore 14,35) Nella riunione operativa di ieri 15 Gennaio, presieduta dal Sindaco, Pasquale Santagata e dal consigliere Delegato alla Protezione Civile (Pier Paolo Parente), hanno preso parte il responsabile della Funzione1. Tecnico Scientifica ( Ing. Letizio Napoletano –Ufficio Tecnico Comunale e di Protezione Civile), Il responsabile della Funzione 4 : Materiali e Mezzi ( Geom. Iadarola Claudio – Ufficio Manutenzioni), Il responsabile della Funzione 3 Volontariato (Ing. Giovanni Masella), Il responsabile della funzione 7 “Strutture Operative Locali” (Comandante Filippelli Ansillo Alberto). Da una valutazione dello stato previsionale emesso dal CE.SI (Centro Situazioni) Regione Campania, sulla scorta della conoscenza delle zone del proprio territorio particolarmente “sensibili” ai fenomeni, sono state adottate le seguenti misure :

• Attivazione del servizio INFOCERRETO per Informazione alla popolazione delle condizioni in atto e delle misure prese, in modo che ogni cittadino possa attuare forme di autoprotezione al fine di ridurre al minimo eventuali disagi ;

• Attivazione servizio di spargimento Sale a partire dalle ore 21 sabato 16 gennaio, con Impiego delle adeguate scorte di sale da utilizzarsi sulla viabilità di propria competenza. Obiettivo: garantire, prioritariamente, la percorribilità della rete stradale principale e, in particolare, quella di collegamento alle strutture essenziali ( P.S.A.U.T. – Casa Albergo Per Anziani “Serenity House” ), con attivazione sala radio durante le fasi operative.

• Allertamento delle imprese edili/stradali “strategicamente” situate in zone a rischio, con consegna di sale per risolvere eventuali microcriticità;

• Attivazione, su necessità del servizio trasporto dialitici, qualora gli effetti sulla rete stradale cittadina dovessero peggiorare.

• Recepimento,anche attraverso canali associativi afferenti alla Funzione “Volontariato” di particolari criticità Le precipitazioni risulteranno nevose inizialmente a quote superiori ai 900m ma con quota neve in progressiva abbassamento dal pomeriggio di sabato 16 gennaio, sino a raggiungere quota 300 metri nella giornata di domenica 17 genanio. Gelate persistenti oltre quota 700 metri quota “ghiaccio” in progressiva abbassamento dal pomeriggio di sabato 16 gennaio sino a raggiungere, nelle ore notturne i 200 metri. Le azioni predisposte dal Comune da sole non possono bastare se non sono accompagnato da importanti azioni di collaborazione e responsabilità dei cittadini.

Si Raccomanda:

1. Prudenza, limitando gli spostamenti nelle ore serali e/o notturne. Si rammenta l’obbligo di catene a bordo. Inoltre, se occorre, rimuovere tempestivamente le auto che intralciano i mezzi spazza neve/Spargisale, a non parcheggiare in prossimità di incroci o nelle strade quando è prevedibile lo sgombero della neve o lo spargimento di sale.

2. Di provvedere a rimuovere tempestivamente i ghiacci che si formano sulle gronde, sui balconi o terrazzi, o su altre sporgenze, nonché tutti i blocchi di neve o di ghiaccio che sporgono su suolo pubblico che, per scivolamento oltre il filo delle gronde o dei balconi, terrazzi o altre sporgenze, possono ledere l’incolumità delle persone e causare danni a cose;

3. In caso di nevicata i proprietari, gli amministratori, gli affittuari di case, negozi o uffici che, al fine di tutelare l’incolumità delle persone, devono sgomberare dalla neve e dal ghiaccio i tratti di marciapiede e i passaggi pedonali che si affacciano all’ingresso degli edifici e provvedere con materiale idoneo all’eliminazione del pericolo. I proprietari di piante i cui rami sporgono direttamente su aree di pubblico passaggio hanno l’obbligo di togliere la neve che si è depositata . La neve deve essere ammassata ai margini dei marciapiedi e non deve essere sparsa su suolo pubblico.

Per eventuali segnalazioni Cell. 3391345280 ( H24 per le successive 48 ore)

12557738_10153836916296462_921032633_o

scritto da on wall

Estratto del Bollettino del Ce.Si.(Centro Situazioni) PROTEZIONE CIVILE REGIONE CAMPANIA DEL 15/01/2016 .

Locali nevicate a quote superiori ai 300 metri. Gelate persistenti in giornata a quote superiori ai 600 metri e gelate notturne a quote superiori ai 300 metri. Nella nottata tra domenica
17 e lunedì 18, gelate anche a quote inferiori
Venti: Forti settentrionali con locali rinforzi.

Aggiornamenti sullo stato previsionale attesi alle ore 14.
E’ possibile consultare i Bollettini Meteo Regionali al seguente Link.
La zona di nostro Interesse è la Zona 2.

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

Le Associazioni della Valle Titernina di Cerreto Sannita, San Lorenzello e Pietraroja vi invitano a partecipare alle azioni attualmente poste in atto per superare l’emergenza:

-24/10/2015
Partenza ore 7:30 – Ritorno ore 18:00
San Lorenzello presso Comune (Piazza Lavorgna)

-25/10/2015
Partenza ore 7:30 – Ritorno ore 18:00
Cerreto Sannita presso largo Di Leone

E’ consigliato munirsi di
-pala o badile o tira-acqua o scopone
-stivali
-guanti da lavoro
-un sacco nero (per riporre stivali, guanti e panni sporchi)
-un ricambio
-Copia carta identità
-pranzo a sacco

Le attività poste in essere saranno concordate con il coordinamento della protezione civile allestito presso il comune richiedente aiuto.

In alternativa, per agevolare il lavoro dei volontari, si possono donare attrezzature da lavoro e/o per pulizia nei giorni 23/10/2015 e 24/10/2015 dalle ore 19:00 alle ore 20:00 nei punti di raccolta di seguito indicati:
-Sede volontariato Protezione Civile Titernino (Ex Pretura Via F. Cavallotti Cerreto Sannita)
-Sede Pro Loco Laurentina (Via Pietro Paolo Fusco –San Lorenzello)
-Comune di Pietraroja (Piazza Vittoria)

COMUNICAZIONE ADESIONI VIA SMS
3287398391 – Giovanni – Volontariato Protezione Titernino
3272675776 – Roberto – Proloco Laurentina
3272675776 – Nino – Proloco Cerreto Sannita
3272675776 – Adam – Società Operaia Cerreto sannita
3337907141 – Tommaso – Croce Rossa San Lorenzello
3291266942 – Valerio – Forum Giovani Cerreto Sannita
3280385889 – Ottavio – Forum Giovani San lorenzello

Si ringrazia Rubbo Bus di Rubbo Pasquale di Cerreto Sannita e Noleggio Autobus di Giordano Michela di Cerreto Sannita.

emergenza sannio

Allerta Meteo

Ott
2015
21

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

CONDIZIONI DI CIELO MOLTO NUVOLOSO ASSOCIATO A PRECIPITAZIONI ANCHE A CARATTERE DI BREVE ROVESCIO O TEMPORALE. LE PRECIPITAZIONI TENDERANNO AD INTENSIFICARSI IN SERATA.
PERTANTO, VISTO LE VALUTAZIONI DEL CENTRO FUNZIONALE, ESEGUITE SULLA BASE DEI MODELLI PREVISIONALI DISPONIBILI E TENUTO CONTO DEL RISCHIO RESIDUO, SI CONFERMANO LE CONDIZIONI DI CRITICITÀ MODERATA (CODICE ARANCIONE) FINO ALLE ORE 22:00 DI DOMANI, GIOVEDÌ 22/10/2015, PER LA ZONA DI ALLERTA 4 E DI CRITICITÀ ORDINARIA (CODICE GIALLO) SULLE RESTANTI ZONE DI ALLERTA DI CUI AL “SISTEMA DI ALLERTAMENTO REGIONALE PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO” APPROVATO CON D.P.G.R. DEL 30/06/2005 N. 299 E ADOTTATO AI SENSI DELLA DIRETTIVA DEL P.C.M. 27/02/2004 E S.M.I.
PERMANE LO STATO DI PRESIDIO PRESSO LA S.O.R.U. CHE PROVVEDE AL MONITORAGGIO STRUMENTALE DEI FENOMENI IN ATTO E DI QUELLI ATTESI FINO AL LORO ESAURIMENTO.
PERTANTO S’INVITANO GLI ENTI E I SINDACI IN INDIRIZZO, IN PARTICOLARE I SINDACI DELLE ZONE INTERESSATE DAI RECENTI EVENTI ALLUVIONALI PER LE CONDIZIONI DI RISCHIO RESIDUO, AMBITO RISPETTIVE COMPETENZE E RESPONSABILITÀ IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE, A DISPORRE LA VIGILANZA SUL TERRITORIO DI PROPRIA PERTINENZA TESA ALLA VERIFICA DEL REGOLARE FUNZIONAMENTO DEL RETICOLO IDROGRAFICO E DEI SISTEMI DI RACCOLTA E ALLONTANAMENTO DELLE ACQUE PIOVANE, AL CONTROLLO DELLE AREE A RISCHIO FRANA O SOGGETTE A TRASPORTO DI MATERIALE SOLIDO NONCHÉ DELLE AREE ALLUVIONALI INDIVIDUATE NEI P.S.A.I. DALLE AUTORITÀ DI BACINO. SI CHIEDE INOLTRE DI PRESTARE ATTENZIONE ALLE ZONE DEPRESSE DEL PROPRIO TERRITORIO, AI SOTTOPASSI STRADALI, AI LUOGHI E ALLA RETE STRADALE PROSSIMI A IMPLUVI, CANALI E CORSI D’ACQUA SOGGETTE AD ALLAGAMENTI PROVVEDENDO, A RAGION VEDUTA, ALLA CHIUSURA PER IL TRANSITO VEICOLARE INDIVIDUANDO EVENTUALI PERCORSI ALTERNATIVI. S’INVITA A INFORMARE LA CITTADINANZA RESIDENTE NELLE ZONE A RISCHIO ALLAGAMENTI SULLE NORME COMPORTAMENTALI AI FINI DELL’AUTOTUTELA E PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI ESPOSTI. SI CHIEDE DI PORRE IN ESSERE, PER LE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA E SOCCORSO ALLA POPOLAZIONE, OGNI UTILE INIZIATIVA PREVISTA NEI RISPETTIVI PIANI D’EMERGENZA OVE VIGENTI E AI SENSI DEL T.U.E.L.
IN RELAZIONE ALL’ULTERIORE INTENSIFICAZIONE DEI VENTI SI RACCOMANDA DI VIGILARE LE AREE A VERDE PUBBLICO E LE STRUTTURE SOGGETTE A SOLLECITAZIONI DEI VENTI (CARTELLONI PUBBLICITARI, PALI PUBBLICA ILLUMINAZIONE, ANDITI E PONTEGGI, TETTOIE E TETTI IN TEGOLE, ETC.).
INFINE, IN RIFERIMENTO ALLE INDICAZIONI RELATIVE ALL’INTENSIFICAZIONE DEL MOTO ONDOSO, S’INVITANO GLI ENTI CON COMPETENZA NEL SETTORE MARITTIMO E I SINDACI DEI COMUNI COSTIERI E DELLE ISOLE, AMBITO PROPRIE COMPETENZE, A VIGILARE SUI MEZZI IN NAVIGAZIONE E LUNGO LE COSTE E LE MARINE ESPOSTE SOPRATTUTTO AI QUADRANTI SETTENTRIONALI.
QUESTO CE. SI. RACCOMANDA DI GARANTIRE LA RICEZIONE DEI SUCCESSIVI AVVISI E COMUNICAZIONI DIFFUSI DALLA SALA OPERATIVA, ATTRAVERSO I CONSUETI CANALI INDICATI DA CODESTE AMMINISTRAZIONI, RIGUARDANTI L’EVOLUZIONE DEI FENOMENI ATTESI.

Bollettino del 21/10/2015

Allerta Meteo

Ott
2015
20

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

Cielo coperto con precipitazioni che si alterneranno a rovesci o temporali anche di forte intensità. dalla sera le precipitazioni tenderanno a divenire sparse e con carattere di rovescio o temporale in particolare lungo la fascia costiera.

Pertanto, si ricorda che permangono le condizioni di criticità moderata (codice arancione) fino alle ore 22:00 di oggi, salvo ulteriori valutazioni, su tutte le zone di allerta di cui al “sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico e idraulico” approvato con D.P.G.R. del 30/06/2005 n. 299 e adottato ai sensi della direttiva del p.c.m. 27/02/2004 e s.m.i.

questa s.o.r.u., in stato di presidio, provvede al monitoraggio strumentale dei fenomeni in atto e di quelli attesi, classificati come scenari di criticità moderata, fino al loro esaurimento con l’avviso che, tali fenomeni, potrebbero determinare scenari di rischio sul territorio regionale in tutte le zone di allerta. Pertanto s’invitano gli enti e i sindaci in indirizzo, in particolare sindaci delle zone interessate dai recenti eventi alluvionali per le condizioni di rischio residuo, ambito rispettive competenze e responsabilità in materia di protezione civile, a disporre la vigilanza sul territorio di propria pertinenza tesa alla verifica del regolare funzionamento del reticolo idrografico e dei sistemi di raccolta e allontanamento delle acque piovane, al controllo delle aree a rischio frana o soggette a trasporto di materiale solido nonché delle aree alluvionali individuate nei p.s.a.i. dalle autorità di bacino. si chiede inoltre di prestare attenzione alle zone depresse del proprio territorio, ai sottopassi stradali, ai luoghi e alla rete stradale prossimi a impluvi, canali e corsi d’acqua soggette ad allagamenti provvedendo, a ragion veduta, alla chiusura per il transito veicolare individuando eventuali percorsi alternativi. s’invita a informare la cittadinanza residente nelle zone a rischio allagamenti sulle norme comportamentali ai fini dell’autotutela e per la messa in sicurezza dei beni esposti. si chiede di porre in essere, per le attività di assistenza e soccorso alla popolazione, ogni utile iniziativa prevista nei rispettivi piani d’emergenza ove vigenti e ai sensi del t.u.e.l.

In relazione all’intensità dei venti, soprattutto per le raffiche durante i temporali, si raccomanda di vigilare le aree a verde pubblico e le strutture soggette a sollecitazioni dei venti.

Infine, in riferimento alle indicazioni sullo stato del mare, s’invitano gli enti con competenza nel settore marittimo e i sindaci dei comuni costieri e delle isole, ambito proprie competenze, a vigilare sui mezzi in navigazione e lungo le coste e le marine esposte al moto ondoso.

questo ce. si. raccomanda di garantire la ricezione dei successivi avvisi e comunicazioni diffusi dalla sala operativa, attraverso i consueti canali indicati da codeste amministrazioni, riguardanti l’evoluzione dei fenomeni attesi.

Bollettino meteo del 20/10/2015

Allerta Meteo

Ott
2015
19

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

CIELO MOLTO NUVOLOSO CON PRECIPITAZIONI SPARSE, ANCHE A CARATTERE DI ROVESCIO O TEMPORALE, CHE LOCALMENTE POTRANNO ASSUMERE FORTE INTENSITÀ IN PARTICOLARE SUL SETTORE CENTRO SETTENTRIONALE DELLA REGIONE. DURANTE LA NOTTE, LE PRECIPITAZIONI TENDERANNO A TRASFERIRSI SUL SETTORE MERIDIONALE DELLA REGIONE ED INTERESSERANNO ANCHE QUELLO COSTIERO.
PERTANTO SI AVVISA CHE IL CENTRO FUNZIONALE REGIONALE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI DISPONIBILI E DAL QUADRO PREVISIONALE METEOROLOGICO, HA VALUTATO CHE SONO PROROGATE LE CONDIZIONI DI CRITICITÀ MODERATA (CODICE ARANCIONE) E CHE, DALLE ORE 22:00 DI OGGI E PER LE SUCCESSIVE 24 ORE, SALVO ULTERIORI VALUTAZIONI, TALI CONDIZIONI DI CRITICITÀ SI ESTENDERANNO ANCHE SUL SETTORE MERIDIONALE E COSTIERO DELLA REGIONE COME SPECIFICATO NEL SUCCESSIVO AVVISO.
QUESTA S.O.R.U., IN STATO DI PRESIDIO, PROVVEDE AL MONITORAGGIO STRUMENTALE DEI FENOMENI IN ATTO E DI QUELLI ATTESI, CLASSIFICATI COME SCENARI DI CRITICITÀ MODERATA, FINO AL LORO ESAURIMENTO CON L’AVVISO CHE, TALI FENOMENI, POTREBBERO DETERMINARE SCENARI DI RISCHIO SUL TERRITORIO REGIONALE IN TUTTE LE ZONE DI ALLERTA DI CUI AL “SISTEMA DI ALLERTAMENTO REGIONALE PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO” APPROVATO CON D.P.G.R. DEL 30/06/2005 N. 299 E ADOTTATO AI SENSI DELLA DIRETTIVA DEL P.C.M. 27/02/2004 E S.M.I.
PERTANTO S’INVITANO GLI ENTI E I SINDACI IN INDIRIZZO E IN PARTICOLARE PER QUELLI DELLE ZONE ALLUVIONATE DAI RECENTI EVENTI PER LE CONDIZIONI DI RISCHIO RESIDUO, AMBITO RISPETTIVE COMPETENZE E RESPONSABILITÀ IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE, A DISPORRE LA VIGILANZA SUL TERRITORIO DI PROPRIA PERTINENZA TESA ALLA VERIFICA DEL REGOLARE FUNZIONAMENTO DEL RETICOLO IDROGRAFICO E DEI SISTEMI DI RACCOLTA E ALLONTANAMENTO DELLE ACQUE PIOVANE, AL CONTROLLO DELLE AREE A RISCHIO FRANA O SOGGETTE A TRASPORTO DI MATERIALE SOLIDO NONCHÉ DELLE AREE ALLUVIONALI INDIVIDUATE NEI P.S.A.I. DALLE AUTORITÀ DI BACINO. SI CHIEDE INOLTRE DI PRESTARE ATTENZIONE ALLE ZONE DEPRESSE DEL PROPRIO TERRITORIO, AI SOTTOPASSI STRADALI, AI LUOGHI E ALLA RETE STRADALE PROSSIMI A IMPLUVI, CANALI E CORSI D’ACQUA SOGGETTE AD ALLAGAMENTI PROVVEDENDO, A RAGION VEDUTA, LA CHIUSURA AL TRANSITO VEICOLARE INDIVIDUANDO EVENTUALI PERCORSI ALTERNATIVI. S’INVITA A INFORMARE LA CITTADINANZA RESIDENTE NELLE ZONE A RISCHIO ALLAGAMENTI SULLE NORME COMPORTAMENTALI AI FINI DELL’AUTOTUTELA E PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI ESPOSTI. SI CHIEDE DI PORRE IN ESSERE, PER LE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA E SOCCORSO ALLA POPOLAZIONE, OGNI UTILE INIZIATIVA PREVISTA NEI RISPETTIVI PIANI D’EMERGENZA OVE VIGENTI E AI SENSI DEL T.U.E.L.
IN RELAZIONE ALLA PREVISIONE DELL’INTENSIFICAZIONE DEI VENTI, SOPRATTUTTO DURANTE I TEMPORALI, SI RACCOMANDA DI VIGILARE LE AREE A VERDE PUBBLICO E LE STRUTTURE SOGGETTE A SOLLECITAZIONI DEI VENTI.
INFINE, IN RIFERIMENTO ALLE INDICAZIONI SULLO STATO DEL MARE, S’INVITANO GLI ENTI CON COMPETENZA NEL SETTORE MARITTIMO E I SINDACI DEI COMUNI COSTIERI E DELLE ISOLE, AMBITO PROPRIE COMPETENZE, A VIGILARE SUI MEZZI IN NAVIGAZIONE E LUNGO LE COSTE E LE MARINE ESPOSTE AL MOTO ONDOSO.
QUESTO CE. SI. RACCOMANDA DI GARANTIRE LA RICEZIONE DEI SUCCESSIVI AVVISI E COMUNICAZIONI DIFFUSI DALLA SALA OPERATIVA, ATTRAVERSO I CONSUETI CANALI INDICATI DA CODESTE AMMINISTRAZIONI, RIGUARDANTI L’EVOLUZIONE DEI FENOMENI ATTESI.

 

Bollettino del 19/10/2015

Allerta Meteo

Ott
2015
18

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

PROGRESSIVA INTENSIFICAZIONE DELLA NUVOLOSITÀ DAL POMERIGGIO-SERA CON LOCALI PRECIPITAZIONI IN SERATA TENDENTI A DIVENIRE DIFFUSE DALLA NOTTE ASSUMENDO ANCHE CARATTERE DI ROVESCIO O TEMPORALE LOCALMENTE DI FORTE INTENSITÀ IN PARTICOLARE SUL SETTORE CENTRO SETTENTRIONALE DELLA REGIONE.
PERTANTO SI AVVISA CHE IL CENTRO FUNZIONALE REGIONALE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI DISPONIBILI E DAL QUADRO PREVISIONALE METEOROLOGICO, HA VALUTATO CHE SONO PREVISTE LE CONDIZIONI DI CRITICITÀ MODERATA (CODICE ARANCIONE) DALLE ORE 22:00 DI OGGI E, SALVO ULTERIORI VALUTAZIONI, PER LE SUCCESSIVE 24 ORE.
QUESTA S.O.R.U., IN STATO DI PRESIDIO, PROVVEDE AL MONITORAGGIO STRUMENTALE DEI FENOMENI IN ATTO E DI QUELLI ATTESI, CLASSIFICATI COME SCENARI DI CRITICITÀ MODERATA, FINO AL LORO ESAURIMENTO CON L’AVVISO CHE, TALI FENOMENI, POTREBBERO DETERMINARE SCENARI DI RISCHIO SUL TERRITORIO REGIONALE IN TUTTE LE ZONE DI ALLERTA DI CUI AL “SISTEMA DI ALLERTAMENTO REGIONALE PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO” APPROVATO CON D.P.G.R. DEL 30/06/2005 N. 299 E ADOTTATO AI SENSI DELLA DIRETTIVA DEL P.C.M. 27/02/2004 E S.M.I.
PERTANTO S’INVITANO GLI ENTI E I SINDACI IN INDIRIZZO E IN PARTICOLARE PER QUELLI DELLE ZONE ALLUVIONATE DAI RECENTI EVENTI PER LE CONDIZIONI DI RISCHIO RESIDUO, AMBITO RISPETTIVE COMPETENZE E RESPONSABILITÀ IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE, A DISPORRE LA VIGILANZA SUL TERRITORIO DI PROPRIA PERTINENZA TESA ALLA VERIFICA DEL REGOLARE FUNZIONAMENTO DEL RETICOLO IDROGRAFICO E DEI SISTEMI DI RACCOLTA E ALLONTANAMENTO DELLE ACQUE PIOVANE, AL CONTROLLO DELLE AREE A RISCHIO FRANA O SOGGETTE A TRASPORTO DI MATERIALE SOLIDO NONCHÉ DELLE AREE ALLUVIONALI INDIVIDUATE NEI P.S.A.I. DALLE AUTORITÀ DI BACINO. SI CHIEDE INOLTRE DI PRESTARE ATTENZIONE ALLE ZONE DEPRESSE DEL PROPRIO TERRITORIO, AI SOTTOPASSI STRADALI, AI LUOGHI E ALLA RETE STRADALE PROSSIMI A IMPLUVI, CANALI E CORSI D’ACQUA SOGGETTE AD ALLAGAMENTI PROVVEDENDO, A RAGION VEDUTA, LA CHIUSURA AL TRANSITO VEICOLARE INDIVIDUANDO EVENTUALI PERCORSI ALTERNATIVI. S’INVITA A INFORMARE LA CITTADINANZA RESIDENTE NELLE ZONE A RISCHIO ALLAGAMENTI SULLE NORME COMPORTAMENTALI AI FINI DELL’AUTOTUTELA E PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI ESPOSTI. SI CHIEDE DI PORRE IN ESSERE, PER LE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA E SOCCORSO ALLA POPOLAZIONE, OGNI UTILE INIZIATIVA PREVISTA NEI RISPETTIVI PIANI D’EMERGENZA OVE VIGENTI E AI SENSI DEL T.U.E.L.
IN RELAZIONE ALLA PREVISIONE DELL’INTENSIFICAZIONE DEI VENTI, SOPRATTUTTO DURANTE I TEMPORALI, SI RACCOMANDA DI VIGILARE LE AREE A VERDE PUBBLICO E LE STRUTTURE SOGGETTE A SOLLECITAZIONI DEI VENTI.
INFINE, IN RIFERIMENTO ALLE INDICAZIONI SULLO STATO DEL MARE, S’INVITANO GLI ENTI CON COMPETENZA NEL SETTORE MARITTIMO E I SINDACI DEI COMUNI COSTIERI E DELLE ISOLE, AMBITO PROPRIE COMPETENZE, A VIGILARE SUI MEZZI IN NAVIGAZIONE E LUNGO LE COSTE E LE MARINE ESPOSTE AL MOTO ONDOSO.
QUESTO CE. SI. RACCOMANDA DI GARANTIRE LA RICEZIONE DEI SUCCESSIVI AVVISI E COMUNICAZIONI DIFFUSI DALLA SALA OPERATIVA, ATTRAVERSO I CONSUETI CANALI INDICATI DA CODESTE AMMINISTRAZIONI, RIGUARDANTI L’EVOLUZIONE DEI FENOMENI ATTESI.

 

Bollettino meteo

Allerta Meteo

Ott
2015
15

scritto da on Emergenze e Stati di Allerta

PROGRESSIVA INTENSIFICAZIONE DELLA NUVOLOSITÀ CON LOCALI ROVESCI O TEMPORALI AD INIZIARE DAL SETTORE SETTENTRIONALE DELLA REGIONE E TENDENTI A DIVENIRE DIFFUSI E DI FORTE INTENSITÀ. PERTANTO SI AVVISA CHE IL CENTRO FUNZIONALE REGIONALE, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI DISPONIBILI E DAL QUADRO PREVISIONALE METEOROLOGICO, HA VALUTATO CHE SONO PREVISTE LE CONDIZIONI DI CRITICITÀ MODERATA (CODICE ARANCIONE) DALLE ORE 16:00 DI OGGI E, SALVO ULTERIORI VALUTAZIONI, PER LE SUCCESSIVE 24 ORE. QUESTA S.O.R.U., IN STATO DI PRESIDIO, PROVVEDE AL MONITORAGGIO STRUMENTALE DEI FENOMENI IN ATTO E DI QUELLI ATTESI, CLASSIFICATI COME SCENARI DI CRITICITÀ MODERATA, FINO AL LORO ESAURIMENTO. SI AVVERTE CHE, TALI FENOMENI, POTREBBERO DETERMINARE SCENARI DI RISCHIO SUL TERRITORIO REGIONALE IN TUTTE LE ZONE DI ALLERTA DI CUI AL “SISTEMA DI ALLERTAMENTO REGIONALE PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO” APPROVATO CON D.P.G.R. DEL 30/06/2005 N. 299 E ADOTTATO AI SENSI DELLA DIRETTIVA DEL P.C.M. 27/02/2004 E S.M.I. IN PARTICOLARE S’INVITANO GLI ENTI E I SINDACI IN INDIRIZZO, AMBITO RISPETTIVE COMPETENZE E RESPONSABILITÀ IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE, A DISPORRE LA VIGILANZA SUL TERRITORIO DI PROPRIA PERTINENZA TESA ALLA VERIFICA DEL REGOLARE FUNZIONAMENTO DEL RETICOLO IDROGRAFICO E DEI SISTEMI DI RACCOLTA E ALLONTANAMENTO DELLE ACQUE PIOVANE, AL CONTROLLO DELLE AREE A RISCHIO FRANA O SOGGETTE A TRASPORTO DI MATERIALE SOLIDO NONCHÉ DELLE AREE ALLUVIONALI INDIVIDUATE NEI P.S.A.I. DALLE AUTORITÀ DI BACINO. SI CHIEDE INOLTRE DI PRESTARE ATTENZIONE ALLE ZONE DEPRESSE DEL PROPRIO TERRITORIO, AI SOTTOPASSI STRADALI, AI LUOGHI E ALLA RETE STRADALE PROSSIMI A IMPLUVI, CANALI E CORSI D’ACQUA SOGGETTE AD ALLAGAMENTI PROVVEDENDO, A RAGION VEDUTA, LA CHIUSURA AL TRANSITO VEICOLARE INDIVIDUANDO EVENTUALI PERCORSI ALTERNATIVI. S’INVITA A INFORMARE LA CITTADINANZA RESIDENTE NELLE ZONE A RISCHIO ALLAGAMENTI SULLE NORME COMPORTAMENTALI AI FINI DELL’AUTOTUTELA E PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI ESPOSTI. SI CHIEDE DI PORRE IN ESSERE, PER LE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA E SOCCORSO ALLA POPOLAZIONE, OGNI UTILE INIZIATIVA PREVISTA NEI RISPETTIVI PIANI D’EMERGENZA OVE VIGENTI E AI SENSI DEL T.U.E.L. IN RELAZIONE ALLA PREVISIONE DELL’INTENSIFICAZIONE DEI VENTI, SOPRATTUTTO DURANTE I TEMPORALI, SI RACCOMANDA DI VIGILARE LE AREE A VERDE PUBBLICO E LE STRUTTURE SOGGETTE A SOLLECITAZIONI DEI VENTI. INFINE, IN RIFERIMENTO ALLE INDICAZIONI SULLO STATO DEL MARE, S’INVITANO GLI ENTI CON COMPETENZA NEL SETTORE MARITTIMO E I SINDACI DEI COMUNI COSTIERI E DELLE ISOLE, AMBITO PROPRIE COMPETENZE, A VIGILARE SUI MEZZI IN NAVIGAZIONE E LUNGO LE COSTE E LE MARINE ESPOSTE AL MOTO ONDOSO. QUESTO CE. SI. RACCOMANDA DI GARANTIRE LA RICEZIONE DEI SUCCESSIVI AVVISI E COMUNICAZIONI DIFFUSI DALLA SALA OPERATIVA, ATTRAVERSO I CONSUETI CANALI INDICATI DA CODESTE AMMINISTRAZIONI, RIGUARDANTI L’EVOLUZIONE DEI FENOMENI ATTESI.

Bollettino meteo di Mercoledì 14 Ottobre 2015